L’amore come non lo leggerete mai: “Ritrovarsi a Parigi”, di Gajito Gazdanov

I libri  minuti e sottili spesso ci ingannano. Pensiamo che non potranno mai contenere nulla di particolarmente interessante o di particolarmente profondo, perché manca lo spazio fisico per esternare emozioni e raccontare storie. Eppure alcuni di questi sono scrigni che nascondono autentici tesori: sono frutto di autori dalla scrittura sopraffina, che riescono a compiere intensi …

Leggi tutto L’amore come non lo leggerete mai: “Ritrovarsi a Parigi”, di Gajito Gazdanov

Nel cuore del Kenya coloniale: “La mia Africa”, di Karen Blixen

Scordatevi il film, se l’avete visto. Scordatevi la storia d’amore con Denis Finch-Atton, scordatevi la scena sensualissima in cui Robert Redford lava i capelli a Meryl Streep nel bel mezzo di un safari. Scordatevi la vita intima di questa donna straordinaria e tenete con voi solo le immagini mozzafiato degli altopiani del Ngong: l’unico anello …

Leggi tutto Nel cuore del Kenya coloniale: “La mia Africa”, di Karen Blixen

Ritrovare la gioia di vivere: “Un incantevole aprile”, di Elizabeth Von Arnim

Elizabeth Von Arnim, il cui vero nome è Mary Annette Beauchamp, nacque nel 1866 a Sidney, in Australia, da una famiglia borghese: fu una donna audace per quei tempi, si sposò due volte ( prima con un conte tedesco, poi con un duca inglese), ebbe un certo numero di amanti e cinque figli che le …

Leggi tutto Ritrovare la gioia di vivere: “Un incantevole aprile”, di Elizabeth Von Arnim

Dietro un apparente perbenismo: “I fantasmi del cappellaio”, di Georges Simenon

Era il 3 dicembre, e continuava a piovere. Il numero 3 spiccava, enorme, nerissimo, panciuto, sul bianco smagliante del calendario appeso, a destra della cassa, al tramezzo di legno scuro che divideva il negozio dalla vetrina. Erano passati esattamente venti giorni, dato che la cosa era accaduta il 13 novembre (un altro 3 ugualmente panciuto …

Leggi tutto Dietro un apparente perbenismo: “I fantasmi del cappellaio”, di Georges Simenon